Quando iniziare il villaggio di natale e quando toglierlo

Partiamo da una premessa: non c’è una regola o un giorno prestabilito in cui iniziare ad abbellire la nostra casa con i decori natalizi, c’è chi inizia addirittura a meta novembre!
Ci sono, però, una serie di giorni che vuoi per convenzione, vuoi per tradizione di sapore religioso, sono conosciuti come momenti adatti alla preparazione dei nostri presepi e alberi di natale.

Generalmente l’8 dicembre e il 6 gennaio sono le date in cui per la maggior parte degli italiani è il momento di iniziare a mettersi all’opera e di seguito riporre tutti gli addobbi natalizi negli scatoloni ed aspettare il dicembre successivo.

Ma questi giorni valgono anche per il nostro villaggio di natale? Come detto non ci sono regole precise, ognuno fa come vuole, ma se albero di natale e presepe possono essere il contorno finale della nostra decorazione natalizia casalinga, per un certo rispetto di tradizione della nostra cultura, nel caso del nostro villaggio possiamo godere di maggiore libertà. Attenzione però a non enfatizzare!

Mi permetto di dare alcuni suggerimenti:

Non scegliamo una data a casaccio, ma cerchiamo di dargli una motivazione; si può iniziare ad esporre il nostro villaggio ad esempio il 25 novembre prchè “manca esattamente un mese a Natale” oppure il 1 dicembre perchè “siamo ormai in pieno inverno”. Ovviamente i preparativi iniziano prima, ma esporlo già completo e rifinito prima potrebbe sembrare un’esagerazione.

Stessa regola seguiamo per mettere fine, ahimè a tutto! Non è detto che la L’Epifania tutto porta via, anzi, una bella notizia: qeust’anno il 6 gennaio 2017 sarà di venerdì e possiamo goderci il nostro villaggio ancora per tutto il week end. Se poi nel proprio paese capita una festività pochi giorni dopo (es. festa del santo patrono) possiamo prolungare l’esposizione del nostro villaggio fino a quella data, purchè non si vada oltre il 25 gennaio, “un mese dopo natale”.

Il nostro villaggio è frutto di uno studio progettuale ben accurato, scandito da regole precise e ordinate? Allora possiamo dar vita ad un allestimento a tappe (credetemi, ne vale la pena, il sottoscritto l’ha sperimentato l’anno scorso ), che vede varie fasi di allestimento che ci permetteranno di stupire i nostri amici; infatti ad ogni loro visita saranno attratti dalle nuove installazioni, nuove casette, nuovi personaggi, inseriti  piano piano nel nostro amato villaggio. E’ difficile lo so!!! Ma i vostri ospiti noteranno tutto, e sappiate che le foto e gli apprezzamenti saranno tantissimi.

E Voi cari amici quando iniziate, per la vostra gioia, i preparativi? E quando un velo di tristezza calerà sul vostro volto per porre tutto via?

Metà settembre è andato, un mese ancora e tutti pronti via con le fasi preliminari di progettazione e preparazione! Non mi resta che dirvi buon studio e buon lavoro!

Abbracci Lemax a tutti Voi!

 

gianniQuesto articolo è stato scritto da Gianni, un appassionato di villaggi di natale che ha voluto condividere con noi e voi la sua passione.

2 Comments

  1. 1

    Fare un villaggio natalizio rende ancora più magica l’aria di Natale , dona senso di unione , amore e felicità , tutte sensazioni per esprimere al meglio il giusto sifnificato del Natale.

  2. 2

    Avere in casa un villaggio ti mette di una serenità unica …l’atmosfera natalizia ti mette di buon umore ….

Lascia un commento