Intervista a Lisa Puccioni

Settembre è da poco iniziato e le feste natalizie sembrano ancora lontanissime. Per molti pensare già al Natale è un’esagerazione, ma non per i lemaxiani del gruppo facebook “ Villaggi di Natale Passione Lemax”, dove lo scambio di idee e di preparativi è già entrato nel vivo! Oggi pubblichiamo un articolo scritto da Gianni, un nostro prezioso collaboratore, nonchè amministratore del gruppo!

Dopo un agosto passato ad acquisti promozionali, ho notato che nella pagina che gestisco in maniera collaborativa con Cristian, una dei membri più attivi risulta essere Lisa Puccioni, una toscanaccia con spiccato accento livornese, simpaticissima e grande appassionata del mondo dei villaggi di Natale.

  • Gianni: Cara Lisa, ci conosciamo ormai da un po’, anche se solo virtualmente, ma sei una delle lemaxiane più attive in assoluto nel gruppo. Una vera passione la tua: ti piace il gruppo Facebook e la pagina ad esso collegata?
    Lisa: Ciao Gianni, decisamente sì! Gruppo e pagina mi piacciono moltissimo, adoro condividere la mia passione per il Natale e per i Villaggi Lemax con gli altri, è bellissimo darsi il buongiorno e condividere foto di bei villaggi presi dalla rete. Mi piace rapportarmi con gli altri membri del gruppo e con alcuni di loro ho stretto bei rapporti di amicizia, anche se per ora solo virtuali. Lo scambio di idee, consigli e la ricerca di alcuni pezzi mi fa sentire veramente felice.
  • G: Il tuo villaggio lemax 2016/2017 è stato uno dei più belli in assoluto: qual è stata la tua ispirazione e quanto tempo ha richiesto l’allestimento di un cosi bel capolavoro?
    L: Grazie per i complimenti, mi rende felice che sia piaciuto. Oltre la pittura, il modellismo mi permette di esternare quel senso artistico che mi appartiene. Volevo sentire il Natale in un modo che ho sempre sognato e così ho voluto ricreare un villaggio tipico con i suoi vicoli innevati, le lucine, le strade addobbate. Insomma mi sentivo essere parte di quel mondo.
    La preparazione ha richiesto due mesi di anticipo, visto che mi potevo dedicare ad esso nelle ore più insolite, spesso in tarda serata, ma non mi è mai pesato, anzi, era un momento di serenità e felicità.
  • G: L’anima del tuo villaggio è stata raccontata a puntate durante le feste, come mai quest’idea?
    L: Mi sembrava un modo originale e simpatico per coinvolgere gli spettatori nel raccontare la mia opera, così ho voluto ricreare delle storie e abitudini che riguardavano gli abitanti del mio villaggio, cercando di catturare con un’immagine l’emozione. E’ stato un bel cantastorie e voglio ringraziare proprio te Gianni per avermi aiutato nella stesura dei testi.
  • G: Qual è il tuo pezzo lemax preferito in assoluto?
    L: Difficile rispondere! Su due piedi la Regency Ballroom: è sempre emozionante vederla con le sue luci, la sua musica e la magia che emana, ma in realtà ogni prodotto ha la sua particolarità che lo rende speciale se viene abbinato ad una sua ambientazione.
  • G: Ora che sei una vera esperta, qual è il tuo consiglio che ti sentiresti di dare a chi è al suo primo villaggio lemax? Esistono per te delle regole basilari?
    L: Il mio primo consiglio a chi fa per la prima volta un Villaggio di Natale è la programmazione: bisogna osservare i pezzi che si posseggono in base allo spazio che si avrà per l’allestimento, cercando di capire capendo quindi dove cadranno gli attacchi elettrici (i fili che sono sempre un problema molto spinoso), ed iniziare ad allestire a fasi. La prima parte è quella sempre più difficile, ma poi tutto viene con una certa semplicità. La parte che preferisco di più è quando inizio a studiare dove posizionare le varie figure e la neve.
  • G: Cosa pensa la tua famiglia di questa tua passione?
    L: I miei familiari sono fans dell’estate e poco condividono il mio entusiasmo per i mesi autunnali, periodo in cui la mia attività di preparazione al villaggio inizia. Bisogna dire anche che quando le festività incombono partecipano attivamente, aiutandomi nelle varie fase di allestimento. Mio marito e mio papà si rendono utili per i collegamenti elettrici, mio figlio vive tutto con entusiasmo e mi aiuta, mentre mia madre allestisce anche lei un piccolo villaggio lemax.
  • G: Stai già progettando il prossimo villaggio di Natale? Ci puoi dare una piccola anticipazione, cosa possiamo aspettarci?
    L: Certo che lo sto già progettando! Ho già le idee chiare ma sono sicura che piccoli cambiamenti arriveranno nella fase di costruzione. Ti anticipo che dedicherò un angolo del mio nuovo villaggio alla storia di “Dickens a Christmas Carol”: adoro quel racconto e non vedo l’ora di mettermi all’opera.
  • G: Un sentito ringraziamento a Lisa per la sua disponibilità e per aver condiviso con tutti noi la sua passione per il mondo dei villaggi di Natale. Vi lasciamo con qualche foto del suo ultimo villaggio di Natale!

Baci lemax,

Gianni

gianniQuesto articolo è stato scritto da Gianni, un appassionato di villaggi di natale che ha voluto condividere con noi e voi la sua passione.

Lascia un commento